Comune di Chieti

Comune di Chieti

Comune di Chieti

Al servizio del cittadino

Home Notizie Violato il cantiere di San Giustino, la denuncia del responsabile della sicurezza

Violato il cantiere di San Giustino, la denuncia del responsabile della sicurezza


Pubblicato dom 30 maggio 2021 alle 12:20

Il sindaco e l’assessore Rispoli: “Gravissimo l’accaduto. Le istituzioni stanno facendo ciò che devono a tutela della città e del suo patrimonio”


Chieti, 30 maggio 2021 – Recinzione divelta nel cantiere della riqualificazione di piazza San Giustino. Stamane la denuncia da parte del coordinatore della sicurezza agli uffici comunali e alla Polizia Municipale: danneggiata la recinzione di cantiere e aperto un vero e proprio varco nel punto situato in corrispondenza dell’angolo di Palazzo Mezzanotte tra la Piazza e via Arcivescovado.

 

“Si tratta di una situazione gravissima sia che si tratti di un atto di vandalismo, che di altro – così il sindaco Diego Ferrara e l’assessore ai Lavori Pubblici Stefano Rispoli – In ogni caso andremo a fondo alla situazione, analizzando le conseguenze della violazione sul cantiere, dove, com’è noto, sono in corso anche scavi archeologici e, dunque, ci sono reperti che non possono essere toccati da estranei. Violare il cantiere significa danneggiare il lavoro di riqualificazione in corso, ma anche quello che gli archeologi della Soprintendenza stanno portando avanti nonostante il clima di continua polemica e discussione delle loro competenze che si è inspiegabilmente instaurato in città e che taluni stanno irresponsabilmente alimentando.

Ormai da mesi stiamo procedendo ai lavori di riqualificazione in piena e trasparente sinergia con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, al fine di assicurare la giusta attenzione e valore a tutto ciò che emerge dagli scavi. Com’è noto si tratta di un cantiere ereditato, che comporta disagi e di grandissima importanza, perché riguarda la piazza principale della città. Per questa somma di ragioni lo abbiamo trattato subito con le dovute cure, instaurando una sinergia istituzionale, peraltro senza precedenti, con l’Ente che ha la massima competenza sul territorio in tema di archeologia e storia, perché Chieti non può restare con la sua piazza principale divelta, così come è necessario che se ad emergere sono impianti importanti di secoli passati, questi vengano valorizzati nella giusta maniera.

Questo è ciò che sta già accadendo, tanto che ufficialmente e con congruo anticipo rispetto alle raccolte fondi lanciate in città nei giorni scorsi, abbiamo chiesto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri la possibilità di utilizzare un’importante somma derivante dai ribassi d’asta del cantiere, per avere maggiori risorse da destinare al prosieguo delle attività in corso e attendiamo a breve risposte in tal senso, per poter procedere e avere fondi a sufficienza e agevolmente impiegabili da parte del Ministero, per tutto ciò che servirà.

Questo accadrà nella certezza che “Chieti è di tutti”, ma lo è da sempre e chi governa oggi lo sa bene, tant’è che stiamo cercando di condividere azioni e intenzioni con la città sin dal primo giorno alla guida della città, rispondendo anche alle tantissime istanze che ci arrivano dai cittadini. Sicuramente la città ha bisogno di ritrovare la sua storia. Così come altrettanto sicuramente questa storia deve trovare una collocazione dignitosa e importante nel suo presente. E di certo non saranno le polemiche, i sotterfugi, gli esposti e la resistenza che arriva da una parte minoritaria della cittadinanza a cambiare quella che è già una realtà di piena, consapevole e cristallina collaborazione istituzionale con la Soprintendenza, nata nel rispetto delle rispettive competenze e ruoli. Alla luce di quanto accaduto, il cantiere sarà oggetto di ancora più sensibili attenzioni da parte nostra e di iniziative a tutela sia dei lavori che degli scavi presso gli enti preposti”.

 


Il sindaco Ferrara e l’assessore Pantalone lanciano un appello alle associazioni di categoria
Fino al 4 settembre il parco giochi del villaggio Celdit aperto fino alle 22
Sì della Giunta ai corsi di alfabetizzazione digitale per nonni tecnologici
Elezioni politiche, in questa sezione sono presenti tutte le informazioni utili sui procedimenti di svolgimento del voto per le elezioni politiche del 25 settembre 2022
Servizio civile digitale, il bando Anci assegna volontari anche a Chieti
Domani ultimo concerto di Chieti sotto le stelle alla Villa comunale.
Prime prove di pavimentazione a piazza San Giustino
Operativa anche a Chieti la rete dei corridoi umanitari per l’accoglienza dei profughi afghani
Dopo di noi, online l'avviso per i contributi a favore delle persone con grave disabilità
Chieti Solidale, il nuovo presidente è Pierluigi Balietti.
Continua la lotta alle discariche abusive ed alla non corretta separazione dei rifiuti
Il sindaco partecipa alla conferenza delle associazioni sulla sanità
Domani concerto Tim Garland e Michele Di Toro trio
Sì della Giunta alla proroga delle gestioni degli impianti sportivi comunali  al 2025
Matrimoni all’ex chiesa di Santa Maria del Tricalle, c’è il sì della Giunta
Domani concerto di Simona Bencini in piazza Vico
Affidato il nido Bambi, aprirà il primo settembre
Velocizzazione della linea ferroviaria Roma-Pescara, i Comuni di Chieti e San Giovanni Teatino pensano alla variante anche al lotto zero
Garante dei diritti dell’Infanzia, il sindaco nomina l’avvocato Matilde Giammarco
Disinfestazione Luglio 2022
Staseta in piazza G.B. Vico omaggio a Frank Sinatra
Chieti Classica giunge alla V edizione
Iniziative per combattere la povertà educativa dei minori a Chieti
In arrivo 5 milioni di euro per dissesto idrogeologico e potenziamento dell’illuminazione pubblica po
In arrivo nuovi servizi per le famiglie di Chieti
Violato il cantiere di San Giustino, la denuncia del responsabile della sicurezza
Bussola della trasparenza
Amministrazione trasparente

In questa pagina sono raccolte le informazioni che le Amministrazioni pubbliche sono tenute a pubblicare nel proprio sito internet nell’ottica della trasparenza, buona amministrazione e di prevenzione dei fenomeni della corruzione (L.69/2009, L.213/2012, Dlgs33/2013, L.190/2012).