Comune di Chieti

Comune di Chieti

Comune di Chieti

Al servizio del cittadino

Home Notizie Nido comunale, al via le iscrizioni per il 2022/23

Nido comunale, al via le iscrizioni per il 2022/23


Pubblicato lun 13 giugno 2022 alle 15:22

L’assessore Giammarino: “Le domande formeranno una graduatoria unica da cui attingere anche per altre strutture, se riusciremo ad aprirle per l’anno in corso”


Chieti 13 giugno 2022 – Aperte le iscrizioni per l’anno 2022/23 all’asilo nido comunale “il Riccio e la Volpe”, online il modulo per poter iscrivere i propri bambini alla struttura di via Amiterno, le domande potranno essere consegnate entro e non oltre il 15.07.2022: a manodirettamente all’ufficio Asilo Nido in Viale Amendola 53, stanza 202 (farà fede la data di ricezione), aperto al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 12; tramite mailall’indirizzo protocollo@pec.comune.chieti.it (farà fede la data di invio) nel solo formato pdf (non saranno accettate foto o altri formati) e avendo cura che tutta l’area scansionata sia leggibile. Si prega di compilare la domanda in carattere stampatello per assicurare il massimo della comprensibilità agli uffici.

 

Il link per scaricare la domanda:

https://www.comune.chieti.it/documents/DOMANDA-ASILI-2022-2023.pdf

 

“Con l’estate la struttura sarà oggetto di adeguamenti necessari per assicurare le migliori condizioni per la ripartenza di settembre – così l’assessore alla Pubblica istruzione, Teresa Giammarino - stiamo inoltre lavorando affinché possano al più presto verificarsi le condizioni per arrivare all’apertura anche degli altri nidi comunali presenti in città. È importante formulare la domanda subito, perché darà accesso anche alle altre strutture comunali che riusciremo ad aprire nei prossimi mesi. Il nostro auspicio è quello di poter mettere in funzione sia il nido Bambi di via Nicola Buracchio, praticamente pronto all’uso, sia quello di piazza Carafa a cui mancano solo gli arredi e la sistemazione esterna, essendo parte, di un cantiere ancora in itinere. Com’è noto, per la gestione stiamo procedendo con l’affidamento in concessione, si tratta di definire le procedure burocratiche che ci consentiranno di arrivare a un soggetto gestore in grado di assicurare tutti gli standard che l’Amministrazione richiede per il servizio, come se fosse gestito direttamente. Per questa ragione abbiamo scelto lo strumento dell’affido in concessione, in cui il Comune gioca un ruolo di primo piano per parametri e costi del servizio, quindi definendo non solo il progetto pedagogico, ma anche l’Isee e la graduatoria unica per le iscrizioni. L’idea è arrivare a un numero importante di nuovi iscritti, che nella migliore delle ipotesi, con tutte e tre le strutture a regime potrebbe arrivare a circa 100 bambini. Realisticamente, data la situazione del cantiere di piazza Carafa, speriamo di poter contare su due strutture, il nido di via Amiternoe il nido Bambi, di via Buracchio, per cui è stato nei giorni scorsi pubblicato il nuovo avviso utile a individuare il gestore e, se tutto andrà bene, potrebbe aggiungersi all’unico in funzione. Questo è il quadro generale, com’è sempre accaduto fino a oggi, nella composizione della graduatoria saranno considerate anche particolari condizioni famigliari, non legate al reddito, ma rilevanti per il servizio: la frequenza di fratellini o sorelline, le condizioni lavorative dei genitori, particolari esigenze che potranno essere esternate nella domanda, dati che consentiranno di formulare una graduatoria che tenga presente delle esigenze più concrete e pressanti. Il nostro obiettivo è quello di riaprire le strutture, in modo da poter dare anche servizi ulteriori e supportare le famiglie sia d’estate, che durante le vacanze invernali, dando continuità all’attività dei nidi e rendendoli ancora più fruibili per la città”.

 


Alloggi popolari, aggiudicati anche i lavori di riqualificazione degli appartamenti di via Maiella
Piazza Umberto I da lunedì chiude, tornano i lavori.
Decollano le attività del PrIns, progetto per il contrasto alla povertà fra Comune e associazioni del terzo settore
Consegnati i lavori della riqualificazione del campetto della Villa Comunale, si lavora al cantiere.
Al via il protocollo fra Comune e Guardia di Finanza provinciale
Corsi per proprietari di cani morsicatori, al via dal 10 febbraio alla Biblioteca Bonincontro.
Anteprima speciale domenica al Marrucino con la Kyiv Virtuosi Orchestra, Dmitry Yablonsky e Giuliano Mazzoccante
Sportello Unico per Edilizia online, da oggi entra in funzione
A breve l’affidamento della progettazione del nuovo nido che nascerà al Villaggio Mediterraneo
Il Pala Colle dell’Ara torna allo sport. Pubblicata la determina.
Chieti diventa Città Plastic Free, il riconoscimento sarà consegnato l’11 marzo a Bologna.
Pratiche edilizie online, al via il nuovo SUE
Blackout elettrici per via dei lavori sulla rete.
Giornata della Memoria, Ecco tutte le iniziative previste per il 27 gennaio prossimo e patrocinate dal Comune
Consegnati i lavori alla Villa e al Parco Obletter e le riqualificazioni degli alloggi di via degli Ernici e Maiella
MeMercato del venerdì dal Tavolo tecnico con le associazioni di categoria il via libera all’attuale localizzazione
Città intermedie, concluse le rilevazioni dei ricercatori di Mecenate 90, si lavora alla redazione del rapporto 2023
Maltempo senza danni per la città. Il Sindaco Diego Ferrara ringrazia la squadra
Ordinanza sindacale di chiusura del cimitero sabato e domenica 21 e 22 gennaio
Ordinanza sindacale di sospensione dell'attività didattica sabato 21 gennaio
Perturbazione in arrivo. Il Piano neve pronto a scattare in caso di precipitazioni nevose in città.
Il Comitato ristretto dei sindaci a Villa Santa Maria
Sentenza Tar sul servizio di refezione scolastica. Il Comune chiarisce
Riunione tecnica con gli ordini professionali per l’avvio dello sportello telematico SUE del Comune
Servizio Civile universale, l’appello del sindaco e dell’assessore Maretti
Nido comunale, al via le iscrizioni per il 2022/23
Bussola della trasparenza
Amministrazione trasparente

In questa pagina sono raccolte le informazioni che le Amministrazioni pubbliche sono tenute a pubblicare nel proprio sito internet nell’ottica della trasparenza, buona amministrazione e di prevenzione dei fenomeni della corruzione (L.69/2009, L.213/2012, Dlgs33/2013, L.190/2012).