Comune di Chieti

Comune di Chieti

Comune di Chieti

Al servizio del cittadino

Home Notizie Recupero del patrimonio edilizio esistente, sì del Consiglio alle integrazioni.

Recupero del patrimonio edilizio esistente, sì del Consiglio alle integrazioni.


Pubblicato ven 12 marzo 2021 alle 16:09

Sindaco e presidente Luigi Febo: “Variazione importante, perché incentiverà il riuso degli immobili in disuso o dismessi”

 

Chieti, 12 marzo 2021 – Sì del Consiglio all’integrazione della disciplina comunale inerente il consumo di suolo e il recupero del patrimonio edilizio cittadino, un passaggio strategico, anche alla luce dei benefici governativi per la ristrutturazione degli immobili.

 

“Il Comune di Chieti ha già recepito la legge regionale n. 40 nel 2017, ma fino ad oggi non aveva mai individuato gli ambiti di intervento sul territorio e le zone escluse dal campo di applicazione che la legge stessa invece chiedeva di fare – così il sindaco Diego Ferrara e il presidente del Consiglio Comunale Luigi Febo – Lo abbiamo fatto oggi dopo uno scrupoloso lavoro degli uffici comunali, considerando l’inerzia una sorta di rodaggio delle criticità emerse in questi 3 anni, in modo da poter esprimere delle precisazioni che consentissero in linea generale anche a coloro i quali hanno un edificio residenziale in ambito agricolo di poter beneficiare delle agevolazioni di cui alla legge 70, secondo determinati criteri. Cambio di destinazione d’uso e contenimento d’uso del suolo sono l’orizzonte a cui guardare, nella consapevolezza che sia meglio destinare ad altro un magazzino agricolo in disuso, piuttosto che costruire e consumare ulteriore suolo, per avere i benefici di residenza che il proprietario dell’immobile necessita. Dunque, attraverso la delibera approvata oggi, non solo si recupera il tessuto del patrimonio esistente, agevolando le riqualificazioni degli edifici dismessi in campo agricolo, ma lo si fa senza oberare ulteriormente il territorio.

Non solo, abbiamo colto l’occasione anche di recepire il comma 9 bis dell’articolo 70 della legge regionale 18/83, che prevede che la destinazione d’uso degli edifici residenziali in ambito agricolo esistenti da almeno 20 anni sia consentito anche con aumento delle unità immobiliari, cioè mediante frazionamento, questo per soddisfare le esigenze abitative dei parenti di primo grado dei proprietari dell’immobile e agevolarne il ripristino. Diamo quindi la possibilità di fare frazionamenti da padre in figlio rispondendo alle esigenze abitative della famiglia e contenendo gli oneri in base a quanto dispone la legge regionale”.

 

 

Cosa stabilisce la delibera.

·       Sono diversi i passaggi che adeguano la normativa comunale recependo le regole di settore e consentendo più agevolmente i recuperi attraverso il cambio di destinazione d’uso a determinate condizioni in zona agricola, per le pertinenze, gli accessori e i manufatti connessi alla conduzione del fondo sono consentiti senza l’aumento delle unità immobiliari e per una volumetria complessiva non superiore a 800 mc.

·       Per le autorimesse il cambio è consentito solo a condizione che siano recuperati locali e aree da destinare a parcheggi, con la possibilità dio monetizzazione solo in caso non sia possibile rispettare lo standard richiesto. In merito, invece ai contributi straordinari per la monetizzazione degli standard, zona agricola il contributo straordinario per la monetizzazione degli standard è pari al 80% dell'importo degli oneri dovuti a titolo di contributo di costruzione art.16 del DPR 380/2001.

·       Detto contributo è ridotto al 50% dell'importo dovuto, nel caso di edificio residenziale che al lordo del mutamento della destinazione d'uso rispetti l'indice di edificabilità 0,03 mc/mq con unità minima aziendale pari ad un ettaro.


Laghetto della Villa: il referto delle analisi Asl conferma che l’acqua non è inquinata.
Centri estivi, online l’avviso per le domande di accreditamento per strutture e contributo per le famiglie
La Corte dei Conti boccia la Asl di Lanciano Vasto Chieti
Sindaco su dissesto idrogeologico: “Dalla parte dei cittadini, perché si tratta di un’emergenza prioritaria
Chieti Calcio, Vice Sindaco De Cesare e Assessore Pantalone
Sindaco e assessore Rispoli su trasferimento consultorio Asl in piazza Carafa
Assemblea dei sindaci Asl 2, è Gissi il quinto componente del Comitato ristretto. Oggi la designazione.
Parco del Tricalle, sì della Giunta alla donazione di giochi per bambini da parte di Dayco
L’11 luglio ad Atessa l’Assemblea dei sindaci Asl su ricostituzione del Comitato ristretto.
Giro d’Italia Women, Chieti si prepara ad accogliere la corsa delle donne venerdì 12 luglio alle 14 circa
Impianti sportivi, prorogate le gestioni per Angelini, Pala Tricalle e Pala Colle dell’Ara
Mobilità sostenibile, decolla il progetto integrato Comune, Tua e Vaimoo.
Notte bianca dello Sport, domenica 7 luglio la seconda edizione in città.
IMU e TARI ecco come comunicare posizioni e situazioni particolari
Anche a Chieti entra nella Rete di servizi di facilitazione digitale
Chieti Solidale, i servizi delle farmacie comunali ottengono la certificazione ISO 9001.
Assessore Pantalone su Commissione Taxi
Tari, sì del Consiglio.
Chieti Classica, parata di stelle internazionali per la settima edizione
Cedole librarie, dal prossimo anno scolastico saranno digitali
Dissesto idrogeologico, nuova Ordinanza sindaco di interdizione di un edificio
Decolla a Chieti il progetto per l’assistenza domiciliare privata “A casa con”
Uso delle palestre scolastiche comunali in orari extra didattica
Corso aspiranti genitori adottivi, domani l'ultimo appuntamento.
Tutto pronto per la Prima edizione del Convivio, il 5 luglio lungo Corso Marrucino
Recupero del patrimonio edilizio esistente, sì del Consiglio alle integrazioni.
Bussola della trasparenza
Amministrazione trasparente

In questa pagina sono raccolte le informazioni che le Amministrazioni pubbliche sono tenute a pubblicare nel proprio sito internet nell’ottica della trasparenza, buona amministrazione e di prevenzione dei fenomeni della corruzione (L.69/2009, L.213/2012, Dlgs33/2013, L.190/2012).