Comune di Chieti

Comune di Chieti

Comune di Chieti

Al servizio del cittadino

Home Notizie Al via “Ancora avanti Salute mentale”, che crea sinergie fra enti e famiglie di soggetti con problemi psichici

Al via “Ancora avanti Salute mentale”, che crea sinergie fra enti e famiglie di soggetti con problemi psichici


Pubblicato mer 17 aprile 2024 alle 13:12

Amministrazione e partner: “Così daremo supporto e possibilità a 50 soggetti vulnerabili del territorio”


Chieti, 16 aprile 2024 – Si chiama “Ancora Avanti, salute mentale” il progetto che unisce il Comune di Chieti, Francavilla e Pescara ai Dipartimenti di Salute Mentale delle Asl 2 e 3 e il Centro per i servizi per il volontariato e a cura delle associazioni Cosma e Percorsi. Si tratta di un progetto cofinanziato dalla Regione con il fondo europeo, articolato sul territorio che prevede attività dirette a 50 persone dai 18 ai 65. Stamane la presentazione con il Diego Ferrara, l’assessora alle Politiche sociali Alberta Giannini, Tiziana Arista dell’associazione Cosma, Eugenio Di Caro dell’associazione Percorsi, Marco Alessandrini del Centro di Salute Mentale di Chieti.

 

“Un progetto come questo nasce per avere continuità perché punta a rendere autonomo chi ne è destinatario – così il sindaco Diego Ferrara - . Dobbiamo sottolineare il vissuto problematico e doloroso delle famiglie che hanno un membro con problemi e che affrontano sacrifici economici e lavorativi che si ripercuotono su tutta la famiglia. Occorre lavorare alla costruzione materiale dei diritti di tutti, quello che serve non è solo una diagnosi e una terapia farmacologica, anche se ben adeguata al problema, le persone devono essere prese in carico e ogni progetto deve avere una ricaduta nel tempo e rimettere al centro il welfare pubblico, rafforzando anche l’azione del servizio pubblico. Il disabile mentale non è solo un malato, ma sono uomini e donne con proprie necessità, per questo la salute mentale ha bisogno di un’azione collettiva. Sono lieto che ci sia questo progetto che va oltre la psichiatria e tocca proprio la salute mentale, portando a un’inversione di tendenza necessaria per il benessere delle persone e delle famiglie. I servizi psichiatrici fanno la loro opera, ma progetti come questo integrano un approccio sociale che è altamente inclusivo e proficuo per tutti gli attori”.

 

“Grazie per averci coinvolto – così l’assessora Alberta Giannini – perché il progetto ci consente di entrare nella vita dei cittadini che vivono situazioni problematiche, specie la salute mentale che ha problematiche e sfaccettature diverse che necessita di personale speciale e un appoggio concreto degli enti locali. Coinvolgeremo anche le assistenti sociali comunali in modo da integrare le azioni. Diverse sono le modalità operative, fra i nostri progetti PNRR anche per il sociale abbiamo il cohousing per guadagnare l’autonomia abitativa in alloggi supportati, abbiamo poi le possibilità di Abruzzo include che puntano anche sull’autonomia e per cui è possibile fare domanda adesso, in questi giorni, ma è necessario scardinare la solitudine delle famiglie e dei caregiver e mettere insieme le forze per dare il massimo della risposta possibile. Le giornate delle persone con patologie psichiatriche vanno riempite, va migliorato il benessere di tutti. Porte aperte, dunque, agli enti e alle associazioni che si occupano di questa dimensione, pronti ad attivare anche maggiori sinergie in grado di assicurare attenzione e provvedimenti per promuovere il benessere di chi vive questa condizione”.

 

“Il CSM Chieti ha oggi 5.000 cartelle aperte attive, questo nell’immediato circondario di Chieti, un’utenza che sta aumentando in questi anni e soprattutto nelle fasce giovanili, in soggetti dai 25 anni in poi – così Marco Alessandrini del CSV - . Fra l’altro lo stato depressivo è causa di morte anche più dell’infarto, perché il paziente si lascia andare e le criticità finiscono col colpire tutti gli organi e creare vulnerabilità generalizzate. Abbiamo bisogno di progetti come questo perché possiamo agire in modo più capillare sul territorio. Il farmaco è uno strumento, non l’obiettivo”.

 

“Si tratta del quinto progetto portato avanti con il comune di Chieti e l’altra cordata – così Eugenio Di Caro dell’associazione Percorsi - . Si tratta di un progetto che si occupa di salute mentale, della fase sociale, ma anche sanitaria, che coinvolge anche le Asl che hanno in carico le persone con problemi di salute mentale. Le associazioni sono motore operativo non solo per la promozione, ma su iniziative concrete a vantaggio dei soggetti e del territorio, su cui operiamo nei nostri centri con l’obiettivo dell’autonomia e della possibilità di fare squadra perché le attività restino. Prima opportunità potrebbe essere  quella del Maggio teatino, con l’infiorata e la preparazione dei quadri, opportunità sociali che consentono ai ragazzi di darsi da fare, poi sperimenteremo altre interazioni con il territorio anche in ambito sportivo con tornei di calcetto. L’orizzonte è arrivare alla massima autonomia possibile, anche sull’abitare, finalità su cui si concentra il lavoro delle associazioni”.

 

“Il progetto prevede un percorso di formazione dei famigliari e degli utenti sull’abitare supportato. In Europa e in Italia ci sono esperienze molto belle, in Abruzzo siamo indietro e Chieti può divenire un esempio – aggiunge Tiziana Arista dell’associazione Cosma - altra questione strategica della salute mentale è la sanità e la sinergia fra enti. Modi per agire ci sono, ad esempio con il bando Abruzzo 2 include, che andrebbe aperto anche a soggetti psichiatrici abili al lavoro, perché possa dare all’attività svolta anche una valenza riabilitativa. Il progetto “Ancora avanti” finirà a novembre e lavoreremo insieme anche perché a fine percorso si possa organizzare un’accoglienza cittadina a vantaggio di tutte le parti”.


File Allegati

“Donne e Sport. La lunga strada verso la parità”
Street food, show cooking, spettacoli e workshop: il confarte festival anima chieti per 3 giorni
Al Cianfarani e alla Villa l’evento dell’Esercito e dei paracadutisti della Folgore per ricordare il contributo della Divisione Nembo alla Liberazione di Chieti
Dissesto idrogeologico. Incontro con Curcio a Roma
Osl su affidamento attività di riscossione ad Ader
Lavori pubblici, Terminal, scala mobile, stazione dei bus: sarà un unico cantiere.
Dissesto idrogeologico. Online il bando per reclutare personale di supporto da altri Enti.
Città europea dello sport: primi passi verso la costituzione del Comitato
Sì della Giunta all’individuazione di Piazza San Giustino quale sede degli eventi estivi.
Manutenzione laghetto della Villa, stamane i primi interventi.
Il Comune al dibattito pubblico sul raddoppio ferroviario
Mobilità sostenibile, sì della Giunta a progetto integrato
Mensa, si fa il punto sul servizio
Asili nido, al via le iscrizioni per il Riccio e la volpe e il Bambi. SI PROCEDE SOLO ATTRAVERSO L’APP.
Città europea dello Sport, Chieti scrive a RCS per avere una tappa del Giro d'Italia 2025
San Giustino, grande successo la festa con la piazza ritrovata.
Cittadella della Giustizia, riunione in Comune con tutti i soggetti interessati.
Tar su delibera per risanamento Teateservizi.
Manutenzione del laghetto della Villa, al via sperimentazione a zero impatto ambientale.
IMU, aliquote invariate per il 2024
Karting in piazza Garibaldi, arriva la due giorni dedicata ai ragazzi.
Sabato mattina non si potrà entrare con le auto al cimitero, per assenza di personale a causa della festività
Tutto pronto per la Festa di San Giustino
Impianti sportivi, pronti a procedere per il Campo di Sant’Anna
Servizio civile universale, online la graduatoria
Al via “Ancora avanti Salute mentale”, che crea sinergie fra enti e famiglie di soggetti con problemi psichici
Bussola della trasparenza
Amministrazione trasparente

In questa pagina sono raccolte le informazioni che le Amministrazioni pubbliche sono tenute a pubblicare nel proprio sito internet nell’ottica della trasparenza, buona amministrazione e di prevenzione dei fenomeni della corruzione (L.69/2009, L.213/2012, Dlgs33/2013, L.190/2012).