Comune di Chieti

Comune di Chieti

Comune di Chieti

Al servizio del cittadino

Home Notizie Pesi Welter, sabato 27 marzo il pugile teatino Emanuele Cavallucci a Bruxelles per il titolo del Mediterraneo

Pesi Welter, sabato 27 marzo il pugile teatino Emanuele Cavallucci a Bruxelles per il titolo del Mediterraneo


Pubblicato ven 19 marzo 2021 alle 12:53

Il sindaco e l’assessore Pantalone: “Orgogliosi del coraggio di questo talento del ring”. Cavallucci: “Combatterò per mio figlio e per la mia città”

 

Chieti, 19 marzo 2021 – Sarà impegnato nella sfida della vita il prossimo 27 marzo a Bruxelles il pugile teatino, Emanuele Cavallucci, che sul ring si batterà contro il belga Meriton Karaxha, per la sfida valida per il titolo del Mediterraneo dei pesi welter. Stamane a portare al boxeur il saluto della città prima della partenza c’erano il sindaco Diego Ferrara e l’assessore allo Sport Manuel Pantalone con lo staff dell’Asd “Tullio di Giovanni”, che porta il nome del pugile teatino che fu campione d’Europa nel 1950, l’ultimo prima di Emanuele. Cresciuto al Tricalle, 32 anni, con i guantoni da quando ne aveva 16, ha un curriculum sportivo di tutto rispetto: una carriera entusiasmante, 27 vittorie a cui si sommano quelle da dilettante, il titolo di campione italiano dei pesi welter conquistato nel 2019, aveva 30 anni e aspettava il bambino al quale oggi vuole dedicare la sfida di sabato prossimo.

 

“Essere vicini all’eccellenza sportiva della città e fare un in bocca al lupo sincero per questo appuntamento così importante è un dovere, oltre che un piacere – così il sindaco Diego Ferrara e l’assessore allo Sport Manuel Pantalone – Speriamo che Emanuele coroni il suo sogno e regali alla città questa vittoria. Riteniamo che lo Sport sia rinascita della vita sociale e siamo orgogliosi a nome di Chieti tutta di stare accanto a un talento come Cavallucci in questo momento”.

 

“Porterò in Belgio la mia città, la mia Regione e anche l’Italia, spero verso una vittoria con un avversario che gioca in casa, ma per affrontare il quale mi sono preparato con tutte le mie forze, attorniato da tutto quello che serve – dice Emanuele Cavallucci – L’ho fatto nonostante le difficoltà e i sacrifici di questo periodo, perché credo nel futuro e voglio concentrare questa forza per la vittoria. Cinque mesi fa a causa del covid ho dovuto chiudere la palestra e ho perso il lavoro, ma con il sostegno della mia famiglia e grazie all’Asd e al mio maestro, mi sono allenato continuamente e sto costruendo questa sfida, perché voglio regalare alla mia compagna e mio figlio un futuro migliore e alla mia città la gioia di vedere il proprio nome trionfare sul ring internazionale. La vittoria aprirebbe scenari importanti per tutti, che mi consentirebbero di fare ancora a più alti livelli lo sport che amo sin da quando ero un bambino, perché è una disciplina che ti forma e che è accessibile a tutti, come lo è stata per un ragazzo che abitava alle case popolari del Tricalle e che oggi è soddisfatto di quello che ha costruito, ma non completo, perché deve continuare il suo cammino”.


    

 

“Questa sfida corona un progetto importantissimo e il sogno di mio nonno al quale è dedicata la società - così l’allenatore Daniele Di Meo - Seguo Manuel da 4 anni ed è stato un incontro fortunato, perché ha dato vita a un binomio che funziona sul fronte sportivo e umano: dal suo modo di interpretare il mestiere sono emerse le sue qualità, dal mio modo di esaltare il suo talento, sono affiorati i suoi punti di forza: velocità, rapidità di pensiero e grande tecnica che ci auguriamo lo vedranno trionfare a Bruxelles, riportando, spero, un titolo europeo in Abruzzo”.

 

Grande concentrazione ed entusiasmo anche nello staff societario, presente in conferenza anche il consigliere Maurizio Costa, parte della Asd con Walter Costa e Giuseppe Di Giovanni: “Ringraziamo le istituzioni per lo spazio concesso – così il presidente Walter Costa e il direttore Di Giovanni - Riportare a Chieti la cintura di campioni significa tanto e premierebbe anche il sacrificio dei ragazzi che svolgono con la società un lavoro accuratissimo. Lo facciamo da poco al Pala Tricalle, ringraziamo il Comune per il sostegno e chiediamo a tutti di aiutarci a crescere, cercando fra le forze economiche della città supporto e nuova linfa per il futuro”.


Città europea dello sport: primi passi verso la costituzione del Comitato
Sì della Giunta all’individuazione di Piazza San Giustino quale sede degli eventi estivi.
Manutenzione laghetto della Villa, stamane i primi interventi.
Il Comune al dibattito pubblico sul raddoppio ferroviario
Mobilità sostenibile, sì della Giunta a progetto integrato
Mensa, si fa il punto sul servizio
Asili nido, al via le iscrizioni per il Riccio e la volpe e il Bambi. SI PROCEDE SOLO ATTRAVERSO L’APP.
Città europea dello Sport, Chieti scrive a RCS per avere una tappa del Giro d'Italia 2025
San Giustino, grande successo la festa con la piazza ritrovata.
Cittadella della Giustizia, riunione in Comune con tutti i soggetti interessati.
Tar su delibera per risanamento Teateservizi.
Manutenzione del laghetto della Villa, al via sperimentazione a zero impatto ambientale.
IMU, aliquote invariate per il 2024
Karting in piazza Garibaldi, arriva la due giorni dedicata ai ragazzi.
Sabato mattina non si potrà entrare con le auto al cimitero, per assenza di personale a causa della festività
Tutto pronto per la Festa di San Giustino
Impianti sportivi, pronti a procedere per il Campo di Sant’Anna
Servizio civile universale, online la graduatoria
Progetto Ecad su autismo:
Chieti Solidale, utile storico.
Calcio a 5 al campetto della Villa.
Amministrazione su mensa scolastica, il servizio continua
Giornata della Scienza, la città si riempie di laboratori ed esperimenti.
Dibattito pubblico sul raddoppio ferrovia.
Il 9 e 10 maggio arriva “Cittarte”, la due giorni che unisce Comune, Ufficio scolastico provinciale e Consulta giovanile
Pesi Welter, sabato 27 marzo il pugile teatino Emanuele Cavallucci a Bruxelles per il titolo del Mediterraneo
Bussola della trasparenza
Amministrazione trasparente

In questa pagina sono raccolte le informazioni che le Amministrazioni pubbliche sono tenute a pubblicare nel proprio sito internet nell’ottica della trasparenza, buona amministrazione e di prevenzione dei fenomeni della corruzione (L.69/2009, L.213/2012, Dlgs33/2013, L.190/2012).